Un’integrazione a uno schianto nella vita di Sylvia Plath

134896695__443179c

Per chi me l’ha chiesto, come promesso, torniamo allo schianto nella vita di Sylvia Plath. Cosa è accaduto quel giorno? Questo: “Ted veniva su per la strada di paradise Pond, dove le ragazze vanno a pomiciare con i fidanzati nei fine settimana. Camminava con sulla faccia un ampio, caldo sorriso, occhi negli occhi da cerbiatta di una giovane sconosciuta con i capelli sul castano, un largo sorriso di rossetto e le grosse gambe nude sotto un paio di bermuda cachi. Ho visto il tutto in diversi lampi veloci, come colpi. Io non riuscivo a distinguere il colore degli occhi della ragazza, ma Ted sì, e il suo sorriso, aperto e seducente come quello di lei, nel contesto aveva un che di sgradevole. Il suo atteggiamento, simile a quello di Van Norris (che la Plath aveva appena incontrato in un bar, intento a flirtare con una studentessa del college) si è incastrato nel quadro: il sorriso è diventato troppo abbagliante, fatuo, in cerca di ammirazione. Gesticolava mentre concludeva un commento, una spiegazione. Gli occhi della ragazza mascheravano un’ammirazione sperticata. Mi ha vista arrivare. Lo sguardo si è fatto colpevole e si è messa letteralmente a correre, senza dire ciao, senza che Ted facesse il gesto di presentarmela, come sono sicura avrebbe fatto Bill (il fedifrago Van Norris). La ragazza non ha ancora imparato ad assumere un’aria falsa, ma lo farà in fretta. (…) Strano ma in me la gelosia si è trasformata in disgusto. Il fatto di rientrare tardi, la mia visione, mentre mi spazzolavo i capelli, di un lupo ghignante con le corna nere: tutto si è chiarito, collegato, e io mi sono sentita soffocare da quello che avevo visto”
Vecchia storia. assia3
Della ragazza con i bermuda cachi non sapremo più niente. Come dice la Plath non aveva ancora imparato ad assumere un’aria falsa. Non sarà lei la vera protagonista dello schianto che colpirà la sua unione con Ted Hughes, ma un’altra donna: Assia Wevill. Dopo aver accettato l’invito a cena da Sylvia e Ted regalerà a Sylvia un kit da ricamo, un motivo floreale, delle rose, accompagnato da un’affettuosa lettera di ringraziamento. Un mese dopo il loro primo incontro Ted andrà a trovare Assia nel suo studio, a Londra. “Sono venuto a trovarti a dispetto di tutti i matrimoni” le lascerà scritto in un biglietto. Una rosa schiacciata tra due fogli bianchi sarà la risposta di Assia. Lo schianto tanto temuto dalla Plath, che nei diari continua a intimarsi di stare attenta, avviene fuori campo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...